Imballaggi e loro classificazione

Un nostro lettore ci ha scritto: “Gradirei un parere in merito all’importazione di imballaggi fatturati a parte a fronte di acquisto merce, mi spiego meglio, abbiamo un cliente che compra macchinari dalla CINA ed il fornitore cinese fattura gli scatoloni separatamente (anche se la merce è inclusa in questa scatole). Secondo il suo parere in dogana deve esser dichiarata la voce doganale degli imballi di cartone o tale costo può esser imputabile alle voce doganale dei macchinari. Preciso che i cartoni vengono pubblicizzati/marcati con il logo dell’importatore in quanto la merce, a volte, viene venduta senza esser scondizionata”. 

Le regole generali per l’interpretazione della nomenclatura combinata, di cui alle disposizioni preliminari alla tariffa doganale comune,  stabiliscono al punto 5.b) che “gli imballaggi che contengono merci sono da classificare con queste ultime quando sono del tipo normalmente utilizzato per questo genere di merci”. Quindi, nel caso che si tratti d’imballaggi comunemente usati per contenere un tipo specifico di merci, devono essere classificati alla voce doganale delle merci imballate, o detto diversamente si ritiene che l’imballaggio sia parte integrante della merce che contiene. A conferma di ciò, il secondo capoverso dello stesso punto 5.b) stabilisce che nel caso d’imballaggi suscettibili di essere usati più volte “questa disposizione non è obbligatoria”.  Ne deriva che anche nell’ipotesi d’imballaggi ad uso ripetuto si può ricorrere, anche se non è obbligatorio, alla classificazione alla voce doganale della merce contenuta. Il principio generale, dunque, è che gli imballaggi sono da classificarsi obbligatoriamente alla voce delle merce che imballano nel caso non siano riutilizzabili o che possono esserlo nel caso lo siano. Una volta stabilite le modalità di classificazione, il punto E.1 del titolo II, sempre delle disposizioni preliminari alla tariffa dogale comune, stabilisce le modalità di tassazione, stabilendo che si procede a tassazione o meno degli imballaggi a secondo che la merce imballata sia soggetta oppure no a tassazione. Se la merce imballata è soggetta a tassazione lo sono anche gli imballaggi, e lo sono alla stessa aliquota. Al contrario, se la merce imballata è esente anche il valore, o il peso, nel caso di dazio specifico, degli imballaggi non è soggetto a tassazione. Attese le regole su esposte, a parere di chi scrive, non rileva il fatto che gli imballaggi siano fatturati separatamente. Ovviamente, nel caso gli imballaggi fossero importati autonomamente, essi dovrebbero essere classificati alla voce propria e scontare la specifica aliquota daziaria.

Rispondi